Quando si parla di Taranto, il primo luogo che ci viene in mente è senz’altro il borgo antico, le sue viuzze, la splendida Cattedrale romanica e il Castello aragonese. Non tutti però hanno sperimentato la piacevolezza di una passeggiata guidata nella Taranto aldilà del Canale Navigabile, dove si sviluppa oggi il borgo nuovo.

Quest’area accoglie in sé non solo lo shopping e lo “struscio” dei tanti fine settimana tarantini, ma anche un’area non sempre visibile, formata da elementi determinanti per la comprensione delle diverse fasi storiche che hanno segnato la Storia tarantina.

Il percorso della visita guidata si snoderà attraverso i monumenti più significativi di quest’area, quelli che, ancora oggi, sono in relazione con i luoghi da sempre legati al BORGO UMBERTINO: le porzioni del Mar grande e del Mar Piccolo e gli elementi naturali ad essi strettamente connessi; ripercorreremo alcune fasi dell’Unità d’Italia, del periodo fascista e della Seconda Guerra Mondiale che hanno portato la città dei due mari all’assetto odierno.

L’incontro è fissato per domenica prossima, 14 gennaio alle ore 10.30 presso l’ingresso del Castello aragonese in Piazza Castello, queste le tappe:

Canale Navigabile e Ponte Girevole
Monumento ai Marinai
Palazzo del Governo e Rotonda del Lungomare
Chiesetta Gotica di San Francesco da Paola (ingresso soggetto a disponibilità)
Piazza Garibaldi e Palazzo degli Uffici
Chiesa del Carmine e Piazza della Vittoria
Giardini della Villa Peripato

L’itinerario si concluderà nei pressi del punto di partenza, a cavallo fra Borgo nuovo ed antico. Per chi deciderà di rimanere dopo la visita, verranno date al momento tutte le indicazioni sulle opportunità di ulteriore scoperta della città antica e moderna.

E’ necessaria la prenotazione al numero 3925670483 (via whatsapp – specificando un nome e il n. di persone).  In caso di forte maltempo, la giornata sarà rimandata a data da destinarsi.

Il costo di partecipazione alla visita è di 7 euro a persona (bambini fino a 10 anni – 3 euro).

Si ricorda che sono disponibili numerosi altri percorsi in tutta la Puglia, anche in lingua inglese e francese, prenotabili attraverso il sito web: www.pugliaguida.com