Giovedì 9 agosto, vigilia di Calici di Stelle, alle ore 19.30, presso la sala consiliare di Sava, il cantautore Don Backy incontrerà il pubblico, racconterà la sua storia, parlerà della sua musica e presenterà il suo libro “Io che miro il tondo“. 

Aldo Caponi, in arte Don Backy, presenta il suo libro, rieditato dopo 50 anni dalla sua prima uscita per Feltrinelli.

Che cos’è questo libro? Un romanzo? Una storia d’amore? La favola dell’amicizia? Un sogno? Senza dubbio una delle cose più anomale e inclassificabili che siano mai state scritte in Italia. Seguendo i suoi idoli Calvino e Céline, uno dei più noti cantautori di sempre mandò nel 1967 il suo scritto a Feltrinelli, che lo accolse sulle prime con scetticismo. All’uscita del volume L’Espresso, parlò di «pessimismo lucido e totale, evocato da uno stile dai tratti céliniani». Con quella che oggi, cinquant’anni dopo, propone finalmente come la «sua» edizione, Don Backy torna sulla sua creatura e definendola nel modo in cui avrebbe voluto farlo allora. Forse soltanto con un pizzico di nostalgia in più.