Deve versare 100 mila euro per aver diffuso in rete il video hard di un’amica. Questa la condanna del Tribunale di Trani per una donna che dodici anni fa riprese l’amica mentre aveva un rapporto sessuale con il suo fidanzato in una cabina di un lido e lo diffuse in rete.

Trovi il nostro giornale da

Il processo penale non ha avuto esito positivo, mentre sul piano civilistico la vittima ha avuto diritto al risarcimento.