In occasione della giornata mondiale della salute orale sono state numerose le iniziative organizzate nella nostra regione, in prima linea per la sensibilizzazione alla cura di denti e bocca, anche e soprattutto verso la parte di popolazione più debole.

La crisi economica porta alla scarsa cura. In un periodo caratterizzato ancora da un quadro economico complesso, con la riduzione del potere d’acquisto delle famiglie, la rinuncia alle cure adeguate o la ricerca di rimedi “alternativi” è un elemento critico e potenzialmente rischioso; il fenomeno più preoccupante è stato quello del cosiddetto turismo odontoiatrico, ovvero la partenza verso Stati esteri (specialmente nell’Est Europa) dove i costi di visite e impianti dentali sono inferiori.

Invertire la tendenza. Per fortuna, negli ultimi tempi sembra ci sia stata una inversione di tendenza, promossa sia dalle attività delle associazioni nazionali (che hanno evidenziato a più riprese i rischi di sottoporsi a interventi all’estero senza le necessarie garanzie e assicurazioni), sia dal lavoro stesso dei professionisti del settore: è il caso di turismodentalelowcost, un vero e proprio studio dentale online che si caratterizza per l’offerta di protesi per denti economiche direttamente sul territorio italiano.

La Puglia impegnata per la salute orale. Anche le istituzioni devono svolgere il proprio ruolo, e il Comune di Bari si è dimostrato particolarmente attivo proprio in occasione della citata Giornata mondiale della salute orale, manifestazione promossa dalla Federazione dentale internazionale in collaborazione con le associazioni di odontoiatri, promovendo una serie di eventi per sensibilizzare i cittadini di tutte le età sull’importanza di prevenire le malattie della bocca e dei denti attraverso programmi di promozione della salute orale.

L’impegno del Comune di Bari. L’assessore comunale al Welfare Francesca Bottalico ha ricordato in una nota l’impegno del proprio ufficio “sui temi della prevenzione socio-sanitaria”, a cominciare dal lavoro per sensibilizzare i giovani e la prima infanzia, portato avanti con “seminari informativi, campagne di comunicazione, incontri e screening socio-sanitari mirati e aperti alla cittadinanza”. Per quanto riguarda più da vicino il tema dell’igiene orale e dell’odontoiatria sociale, è stato siglato un protocollo con l’associazione di volontariato SOPHI (Solidarietà odontoiatrica per l’handicap e l’infanzia), che soltanto nell’ultimo anno “ha permesso di realizzare più di 300 visite, 100 delle quali in favore dei bambini grazie all’organizzazione di circa 50 incontri sulla prevenzione e sull’igiene rivolti a tutti i cittadini”.

Iniziative anche per i bambini. Particolare attenzione è stata prestata soprattutto ai piccolissimi, grazie soprattutto al presidio di prevenzione aperto presso la Casa delle Bambine e dei Bambini di Bari “dove, in meno di un anno, vi sono stati, solo per l’odontoiatria pediatrica sociale, 50 visite di controllo e screening, oltre alle attività ludico-dimostrative sull’importanza della cura dei denti attraverso disegni, cartoni animati, eventi e facial makeup art“. L’assessore Bottalico sottolinea come questo percorso sia “nato per garantire a quanti non hanno possibilità economiche di accedere alle cure basilari” ed “è stato rafforzato dall’adesione di una rete di medici volontari”.

Il commento dei dentisti. Da parte loro, i professionisti hanno preso parte alle manifestazioni con l’associazione culturale club AndiamoinOrdine, un network che raggruppa oltre 600 odontoiatri delle province di Bari e BAT, che ricordano come “una bocca sana e senza patologie significa salute e risparmio per tante famiglie. Noi dentisti siamo sempre pronti a spiegare ai pazienti l’importanza di migliore pratiche di igiene orale attraverso il consulto dello specialista odontoiatra piuttosto che una ricerca spontanea di rimedi e presidi attraverso internet”, come dichiarato dal presidente Andrea Cardano.