NoTtE della Pizzica a Fragagnano – VIII Edizione

Pina Caiazzo: NoTtE della Pizzica all’insegna dell’allegria, del divertimento e del ballo sfrenato a suon di tamburelli.  Hashatag: Ndp2017

Sabato 29 luglio 2017,  alle ore 21.00 presso la Zona Industriale (denominata  Zona P.I.P.) del Comune di Fragagnano,  i fragorosi rintocchi dei tamburelli e il suono melodico delle castagnette sanciranno l’incipit della tanto attesissima NoTtE della Pizzica, giunta alla sua consueta e consolidata ottava edizione, evento culturale di musica e danza popolare promosso dal Comune di Fragagnano guidato dall’Amministrazione Comunale targata Dott. Giuseppe Fischetti ed organizzato magistralmente dall’Associazione Culturale e Musicale Terra Jonica Salentina, affidata alle mani sapienti del presidente Giuseppa Caiazzo, in arte “Pina”.  

La Notte della Pizzica per la comunità fragagnanese, rappresenta ormai da otto  anni a questa parte, un evento di aggregazione socioculturale, una lunghissima notte in cui si fondono canti, balli, storia locale e soprattutto affascinanti esibizioni legate a pratiche e credenze popolari, che come tante piccole tessere litiche, costituiscono il grande mosaico della millenaria ed antica storia locale della Puglia Dauna, Pauceta e Messapica nonché Salentina. “La Pizzica” è quella tipologia tradizionale di espressioni della danza e dei canti di matrice salentina. Storicamente parlando, non è possibile risalire ad un periodo ben preciso in cui collocarla.  Un rituale, dunque, praticato dalla gente più umile, dedita ai lavori più duri che nei momenti di festa si radunava, e ballando e cantando trascorreva le ore per dimenticare le estenuanti fatiche della vita quotidiana. E’ una danza di corteggiamento durante la quale i due danzatori, prevalentemente uomo e donna,  si avvicinano ma non si toccano mai. Conduce il ballo la donna, che servendosi di piccole fughe, saltelli, repentine fermate e scatti improvvisi, stuzzica l’uomo ad inseguirla,  a braccarla delicatamente. Un leggero sfiorarsi, uno scambio di sguardi provocatori, una serie di gesti rimarcano il desiderio dell’uomo di entrare nelle grazie della donna e quello di lei di essere corteggiata dall’amato al quale però sfugge se questi prova ad avvicinarsi e baciarla. Le antiche leggende pugliesi,  narrano che la fanciulla morsa o pizzicata dalla tarantola, cadeva in uno stato di possessione e tutto il paese si riuniva intorno alla sua dimora per aiutarla con un lungo rito di esorcizzazione.

Notte della Pizzica, Pina Caiazzo – ph. Occhio Fotografico

Ma questa è storia e leggenda concretizzate oggigiorno dalla presenza indiscussa dell’Associazione Culturale  “Terra Jonica Salentina”  che basa i propri progetti su codeste tematiche assai complesse come la “Pizzica e la Taranta”. L’Associazione, dunque, guidata dalla presidentessa fondatrice  Pina Caiazzo e dalla vicepresidentessa cofondatrice e strumentista poliedrica Carmen Screti, nonché cuori pulsanti dell’intera macchina organizzativa, operano  in questo contesto da anni immemori proprio perché come madre, figlia e nipote  la “pizzica e la taranta” sono parti integranti del loro codice genetico in quanto discendenti di antenati che operavano in questo ambito fin da tempi antichi. Altro organizzatore dell’evento musicale  è Antonio Baio, interprete e danzatore nostrano.

Notte della Pizzica 2016 – ph. Salvo Lupo

Sul palco, allestito appositamente per incantare gli spettatori con le antiche tradizioni salentine, salirà  l’Orchestra Popolare della Notte della Taranta cresciuta negli anni, è oggi composta da musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento, che rivisitano il repertorio tradizionale, collaborando con noti artisti italiani e internazionali. I Sarchiatoria, associazione musicale di Oria, operante in danze e canti ispirati a tarantelle e pizziche di vari musicisti salentini, rivisitate con arrangiamenti virtuosistici.

 Anna Cinzia Villani – ph. Emmanuel Delaloy

La lunghissima notte della pizzica, famosa per la sua “chiusura infinita” sarà allietata da Anna Cinzia Villani, artista dalla poliedrica personalità musicale, autrice di “Fimmana, mare e focu” e di “Ninnamorella” impegnata da tempo nella salvaguardia della memoria sonora del proprio territorio. Nel corso della notte, a fare da cornice ci sarà il consueto percorso enogastronomico, realizzato appositamente per l’evento da stand espositivi.

Inoltre, gli spettatori, potranno assistere anche ad estrazioni che metteranno in palio dei souvenir realizzati dagli artisti nostrani: Salvatore Lanzo e Pasquale Marino.  Dunque, tutti pronti  a ballare, cantare e sciogliervi in pista? Cosa aspettate? L’invito a presenziare alla NoTtE della Pizzica  a Fragagnano (Ta) c/o Zona Industriale (P.I.P.) fino a notte fonda, da parte dell’Associazione culturale e musicale “Terra Jonica Salentina”  è rivolto a tutti coloro i quali vorranno assistere alle diverse esibizioni della pizzica salentina, seduti comodamente su postazioni a sedere,  in maniera totalmente gratuita.

Lascia un commento