Il consigliere regionale di Alternativa Popolare Luigi Morgante ieri è stato ad Avetrana per incontrare rappresentanti dell’amministrazione comunale, ascoltare e raccogliere le richieste e le istanze inerenti la realizzazione del depuratore consortile di Sava-Manduria-Marine di Manduria.

Trovi il nostro giornale da

“Credo da sempre nel dialogo e nell’ascolto, che preferisco e continuerò a preferire alle imposizioni e alle scelte calate dall’alto. Nonostante i rischi e spesso lo stallo che questo comporta. Per questo ancora una volta intendo riaprire un canale diretto di comunicazione con attori istituzionali meritevoli di rispetto e considerazione, per portare poi al vaglio del Dipartimento Mobilità e Opere pubbliche della Regione Puglia – la cui dirigente ing. Barbara Valenzano ha ampiamente mostrato attenzione, concretezza e capacità di sintesi, e lavorato nel merito su più ipotesi per arrivare a una soluzione definitiva e condivisa – le indicazioni suggerite e valutarne la concreta fattibilità” spiega Morgante. Da qui la sua ennesima iniziativa per cercare di superare una fase confusa che si trascina da troppo tempo ormai, e che penalizza una comunità priva di un’opera dalla quale non può più prescindere.