I Carabinieri di Massafra (TA) hanno arrestato, in flagranza di reato, per tentato furto aggravato in concorso, un 19enne di origine russa, residente a Taranto ed un 21enne tarantino, entrambi incensurati.

Trovi il nostro giornale da

I militari, su indicazione dell’operatore di turno della Centrale Operativa, al quale giungeva una telefonata che segnalava alcuni rumori sospetti all’interno di un cantiere edile ubicato in quel centro, dopo essere giunti sul posto, hanno accertato la rottura della catena posta a chiusura del cancello d’ingresso. Alla luce di quanto sopra, i Carabinieri, con l’ausilio di una pattuglia della vigilanza campestre di Massafra, al fine di verificare che non vi fosse un furto in atto, sono entrati nel cantiere; nel corso della meticolosa ispezione, i militari hanno sorpreso i due malfattori mentre tentavano di nascondersi all’interno di una piscina in costruzione. Nel corso del sopralluogo è stato inoltre accertato che gli stessi, prima di essere scoperti, avevano provveduto ad accantonare, in un angolo del cantiere, materiale ferroso nonché attrezzi da lavoro, che verosimilmente avrebbero recuperato successivamente. Nel corso della perquisizione è stata inoltre rinvenuta una tronchese utilizzata dagli stessi per recidere la catena posta al cancello del cantiere.

I due malfattori, all’esito delle formalità di rito, sono stati arrestati e,  su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico,  tradotti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.