Il progetto “La Quinta Stagione”, giunto alla sua quarta edizione, ha dato i suoi frutti o, per meglio dire, i suoi fiori. L’Istituto Professionale per l’Agricoltura “LUIGI EINAUDI” di Manduria, in una prospettiva rivolta all’inclusione, ha attivato un percorso che ha coinvolto gli alunni diversamente abili e i loro compagni di classe, nella produzione e cura di piantine fiorite. Le attività, finalizzate al raggiungimento di una serie di obiettivi quali l’avvicinamento degli studenti disabili al lavoro, il consolidamento del rapporto con la comunità locale, il territorio e le sue risorse, l’elaborazione di un progetto di vita, si sono svolte nelle serre dell’Istituto Agrario.

Il progetto, ideato dalla Referente per l’inclusione Prof.ssa Alessandra Dimagli e realizzato con il supporto del Responsabile di Sede Prof. Erario Rosario e del Responsabile dell’Azienda Agraria della scuola Prof. Curci Francesco, ha avuto il merito di realizzare tutte le fasi legate ai processi di produzione cura e vendita di prodotti floricoli. Nello specifico gli alunni hanno prodotto piante fiorite stagionali quali primule, viole, violette del pensiero e gazanie che, essendo giunte a fioritura, sono oggetto di vendita. L’acquirente più prestigioso che ha sposato la nobile causa dell’iniziativa è Confesercenti Manduria che ha accolto con piacere la proposta fatta dall’Istituto di acquistare ed utilizzare le piantine della “Quinta Stagione” per il decoro delle fioriere site in Piazza Garibaldi a Manduria nell’intento di migliorare il territorio cittadino e renderlo accogliente e piacevole da vivere e visitare. 

Saranno gli stessi alunni supportati da docenti e personale tecnico a provvedere alla messa a dimora delle stesse nella giornata di sabato 17 febbraio.