Manduria: la Scrasciosa è un successo!

Ancora una volta il festival più scanzonato e irriverente della città, ha avuto il suo grande successo grazie sicuramente all’impegno degli amici dell’Angelè Pub che, anche quest’anno, hanno dedicato il loro tempo a scrivere delle canzoni che altro non volevano essere che un momento d’ironia con cui scherzare su personaggi, fatti e amministratori della città di Manduria.

scrasciosaNon si può certamente dire che il pubblico non apprezzi questo tipo di manifestazione, considerando che la piazza Largo Campanile, ieri sera, era gremita di gente di ogni età che ha riso e si è divertita con quelle canzoni famose trasformate ad arte sia da veterani della canzone dialettale manduriana,  sia da giovani proposte che certamente non hanno deluso le aspettative.

In questo festival non è importante chi vince, non lo è mai stato a dire il vero, spesso neanche ci si ricorda quale canzone e perché ha vinto questo piuttosto che quell’altro, come spesso dice Mimmo Filomeno che, in questo contesto si presenta come conduttore e non come medico, “il festival è truccato sappiamo già chi vince e quindi pensate a divertirvi“.

scrasciosa mimmo brecciaDi grande importanza sono state le parole iniziali dei conduttori il dottor Mimmo Filomeno, appunto, e l’avvocato Francesco Di Lauro che in questa loro inconsueta veste, hanno dedicato un pensiero a coloro i quali in questo momento stanno soffrendo perché vittime del terremoto. Fermare la manifestazione certo non avrebbe portato vantaggi a queste persone e forse sarebbe stato, come molti dicevano in piazza Campanile ieri sera, un modo come un altro per lavarsi la coscienza e sembrare come sempre degli inutili perbenisti che preferiscono non far nulla per mostrare il loro lutto, piuttosto che rimboccarsi le maniche e pensare a quello che c’è da fare.

Tra tutte le canzoni bellissime che hanno partecipato, abbiamo scelto quella di Mimmo Breccia. Probabilmente questo a qualcuno darà fastidio, non è la canzone che ha vinto, non è la canzone migliore e forse Mimmo Breccia non è  neanche la persona più simpatica tra tutti coloro che hanno partecipato ma siccome è giusto dare voce a tutti, noi abbiamo preferito dare la voce a chi, con le sue canzoni, con le sue manifestazioni e con le sue presenze nei vari spettacoli, altro non vuole fare che spiegare a questa città che spesso le apparenze ingannano e che unirsi per il bene del territorio non può essere che una cosa positiva per tutti. Un messaggio questo che non si può dire che non sia arrivato al pubblico presente considerando che hanno accolto il tatuato cantante manduriano con applausi degni di una star.

Tutta la redazione di Ciaksocial ringrazia l’organizzazione della Scrasciosa perchè, anche questa volta, siamo stati presi in giro in una delle loro canzoni. Siamo orgogliosi e fieri di essere stati nei pensieri dei nostri amici burloni. Finchè ci sara satira ci sarà democrazia.

Lascia un commento