Il vincitore di questa prima edizione del concorso regionaleGiganti di Puglia premio al miglior ulivo monumentale del 2017, che ha coinvolto i proprietari di ulivi monumentali presenti nelle varie province pugliesi, è l’ulivo millenario di Manduria conosciuto come “il Barone”, custodito da Paolo Basile della Masseria Fellicchie, a due passi da Torre Colimena e dalla salina dei Monaci, nel cuore delle riserve naturali del Litorale Tarantino.

“Il Barone“, che rappresenterà simbolicamente per il 2017 l’intero patrimonio naturale e culturale degli ulivi monumentali di Puglia, misura 10 metri e 70 centimetri di circonferenza. Oltre ad essere uno degli ulivi più grandi a livello di tronco, è anche grande produttore di olive. Esemplare raro e prezioso, questo monumento naturale potrebbe essere nato in età messapica, precedente all’età di Cristo. Barone è un ulivo che racconta storie di contadini, di guerre, di imperatori romani e soprattutto testimonia la millenaria cultura olivicola della nostra terra.

Il premio Giganti di Puglia è nato con l’obiettivo di ricordare a tutti che la Puglia ha negli ulivi una ricchezza materiale e culturale straordinaria. Obiettivo del concorso è quello di tenere sempre alta l’attenzione sul valore del grande patrimonio olivicolo della regione e far conoscere al mondo alcuni tra gli esemplari più eccezionali e straordinari presenti nel territorio.

Le candidature al concorso sono pervenute da varie parti della Puglia, segno evidente della presenza degli ulivi millenari diffusa su tutto il territorio. Gli ulivi che hanno passato la selezione finale sono tutti alberi che si distinguono, sia per dimensioni e forma, che per stato di conservazione, produttività e valore culturale.

Il premio di miglior ulivo monumentale del 2017, che andrà all’ulivo millenario di Manduria, sarà anche il riconoscimento dell’importante lavoro di conservazione e tutela che il proprietario svolge nel preservare questo patrimonio vivo della cultura pugliese.

 

Fonte: ulivisecolaridipuglia.com