Manduria: Diplomacy-Difesa e Sicurezza al tavolo del Liceo De Sanctis Galilei

In una prospettiva europea di Lifelong Learnig, le attività di orientamento in uscita costituiscono per gli studenti del Liceo De Sanctis-Galilei di Manduria un appuntamento atteso e indispensabile in una scuola che interpreta le istanze socio-culturali odierne e progetta strategicamente i suoi interventi in una logica di apprendimento-insegnamento come autoapprendimento e autoformazione costante.

Perseguendo costantemente tali finalità si è svolto lo scorso lunedì 7 maggio, presso il Teatro De Sanctis, un evento informativo e formativo, incentrato sulle opportunità formative e lavorative offerte dai settori della Sicurezza, della Difesa e della Diplomazia, importante opportunità per i giovani liceali del quinto anno per stimare e valutare i loro interessi, attraverso la proposta di attività idonee e preparatorie a fornire strumenti utili a ciascuno per riuscire a individuare e a valorizzare le proprie capacità e competenze e per imparare a tener conto consapevolmente della propria indole e delle potenzialità innate.

Il seminario di studi “Diplomacy-Difesa e Sicurezza. Opportunità e Crescita nel mondo del Lavoro”, organizzato in collaborazione con il web magazine “Ofcs.Report” e con il Patrocinio del consolato generale dell’Ucraina a Napoli, ha offerto un interessante percorso di incontro con il mondo dell’università e del lavoro, permettendo agli studenti di ascoltare, con viva partecipazione, un interessante lavoro di analisi integrato da indispensabili contatti con le realtà accademiche e professionali del territorio.

Ai saluti della dirigente scolastica, professoressa Maria Maddalena Di Maglie, che ha sottolineato nel suo intervento il valore dell’orientamento scolastico quale contributo allo sviluppo consapevole dell’allievo e della sua personalità nelle sue varie dimensioni, è seguito l’apporto della dott.ssa Maria Grazia Labellarte, in veste di moderatrice. Per raggiungere un futuro che garantisca benessere non soltanto a livello personale, ma comunitario, al fine di un rapporto sinergico e produttivo, è necessario rivolgere la nostra attenzione a pilastri formativi come la Sicurezza Nazionale, il Giornalismo, l’Università e la Diplomazia che sono stati rispettivamente rappresentati dal Dott. Giuseppe Esposito, vice presidente COPASIR e membro del consiglio per la Sicurezza della repubblica, dalla dott.ssa Francesca Musacchio, giornalista professionista de Il Tempo e direttrice del webmagazine OFCSreport, Osservatorio Focus Cultura della Sicurezza, dal prof. Nicola Neri, docente di storia delle relazioni internazionali e di storia della guerra e delle istituzioni militari e dal dott. Viktor Hamotskyi, console generale Ucraina in Italia.

Il messaggio corale lasciato dalle rappresentanza agli studenti è quello intramontabile di continuare a impegnarsi nello studio, al fine di raggiungere i propri sogni, ricordando che nihil difficile volenti.

Chiara Brunetti

Lascia un commento