Olivicoltori, frantoiani, agricoltori, aderenti al “Comitato Olivicoltori salentini”, in circa 500 stanno protestando in strada a Lecce dove sono giunti a bordo di trattori per sfilare per le vie della città e manifestare il disagio causato dallo stato di crisi che da anni sta vivendo il settore, messo in ginocchio dalla Xylella fastidiosa, il batterio che ha colpito gli ulivi del Salento.

Trovi il nostro giornale da

In una lettera aperta al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Comitato accusa l’ente di non aver messo in campo strategie adeguate ed avanza la richiesta di una dichiarazione permanente dello stato di calamità naturale, passando da una gestione ordinaria ad una gestione straordinaria continuativa, sulla scorta dell’esempio di altre Regione colpite da eventi calamitosi importanti che hanno nominato un Commissario con poteri non ordinari. “E’ vergognosa – dicono gli agricoltori – l’indifferenza con cui è stato trattato il problema ‘Xylella’ sin da quando è comparso il primo focolaio”.