Si è verificata questa mattina un’esplosione nella discarica del reparto Gestione rottami ferrosi dello stabilimento Ilva di Taranto. La causa del’esplosione sembra essere stata la reazione in paiola, grosso contenitore di scorie ferrose prodotte dall’acciaieria, dovuta al contatto tra il materiale incandescente e l’acqua.

Trovi il nostro giornale da

Un operaio, che svolge le mansioni di capo turno ed era nella cabina da cui effettuava l’operazione di svuotamento, ha riportato ustioni superficiali al collo e alle mani ed è stato medicato nell’infermeria di stabilimento.

I Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) di Fim, Fiom e Uilm hanno inviato una comunicazione al direttore, al capo area e al capo reparto dell’area Acciaieria e, per conoscenza, al direttore di stabilimento, chiedendo di essere “convocati celermente” per conoscere le cause dell’incidente. “Da sopralluogo da noi effettuato poco dopo l’evento – aggiungono – abbiamo riscontrato criticità nella zona e nelle modalità di lavorazione”.

L’Ilva intanto fa sapere che “in zona ribaltamento paiole, all’interno del reparto, è avvenuto stamane un episodio di reazione. L’evento si è verificato durante le operazioni di rimozione della scoria residuale contenuta all’interno delle pareti della paiole stessa”.  L’azienda sta effettuando ulteriori indagini per verificare l’accaduto.