In un mercato sempre più evoluto, con mutamenti che a volte sconvolgono le logiche imposte dal buon senso, un piccolo imprenditore trapiantato nel pavese e che conferma orgogliosamente le sue origini salentine, precisamente di Manduria (TA), con un esperienza professionale maturata nel settore vendita in aziende nazionali ed internazionali e nella creazione di nuovi mercati, risolutore e mediatore, inoltre, di problematiche complesse riferite al buon svolgimento delle attività professionali tra le aziende, stupisce ancora.

Orlando Renna

Un invenzione, dal profumo del più tipico Made in Italy, un’idea che rafforza l’appartenenza alle proprie origini e che esalta lo spirito più vero di noi italiani. Un idea, dicevamo, che per la sua semplicità rappresenta una nuova visione. Vero è che nulla si può inventare davvero, in effetti qualsiasi scoperta scaturisce da elementi già esistenti. Qui si tratta appunto di abbinare elementi tra di loro per crearne uno completamente nuovo che, magari, per la sua semplicità di applicazione può dare nuovi ed inaspettati input di commercializzazione.

Orlando Renna non ha scoperto nulla di essenziale per l’umanità, ha semplicemente avuto l’idea di abbinare due specialità alimentari tipiche Italiane creando di conseguenza un nuovo potenziale modo di gustare il cibo. Il “PASTADINO” è semplicemente un panino caldo con ripieno di pasta (ogni tipo di pasta fresca o secca), possibilmente tortellini o ravioli, cappelletti al ragù di carne o ai formaggi e/o vegetali). Un panino privato dalla mollica e farcito con la pasta, anche, volendo, fritta o al forno. Preannunciamo qui le aperture di due locali in Oltrepò, con marchio unico e registrato, come “unica” è l’idea.

“Pavia mi ha sempre donato grandi emozioni e per gratitudine voglio ricambiare e donare a mia volta a questa terra, un nuovo modo di gustare assieme due prodotti che da sempre contrassegnano l’identità di noi italiani. Parola di Dino il Pastadino”.