Giudice di Pace ripristinato Grottaglie e altre 50 sedi

A partire dal 2 gennaio 2017 saranno ripristinati più di 50 uffici del Giudice di Pace. Evidentemente, il provvedimento di cancellazione che era stato emanato nel 2012 non ha sortito gli effetti voluti e si è dovuti tornare indietro. La notizia è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 2 agosto 2016. Oltre a Grottaglie saranno ripristinati in Puglia anche il giudice di pace che avevano sede a Corato e a San Giovanni Rotondo.

Insomma, mentre a Manduria incombe spavalda la battaglia per capire dove mettere il giudice di pace, con il rischio reale che questo servizio venga dirottato altrove,  nelle altre città vengono ripristinati gli uffici che erano stati precedentemente chiusi. Chissà se anche in questa città assisteremo alla battaglia dai colori quasi esclusivamente politici a cui stiamo assistendo nella città di Manduria. Sarebbe infatti carino sapere se Grottaglie fosse disponibile, pur di non cedere alcuno spazio, a continuare a rimanere privo del giudice di pace. Ovviamente, la stessa domanda sarebbe per tutti gli altri 50 comuni che invece hanno fatto richiesta affinché tale servizio fosse ripristinato nelle città in cui quattro anni fa è stato chiuso.

Riguardo Manduria, possiamo dire che nella giornata di oggi, il Sindaco Roberto Massafra ha dichiarato che può considerarsi firmato il protocollo di intesa  con il Ministero dell’Interno, questo significa inderogabilmente che i locali occupati adesso dal giudice di pace, devono essere sgomberati (eccezion fatta per i locali sottostanti l’antenna ponte di un’azienda di telecomunicazione) a favore di Polizia Statale e Polizia Stradale che lì troveranno la loro nuova sede.

Insomma, con la speranza che il giudice di pace non faccia la fine del vecchietto della famosa canzoncina “il vecchietto dove lo metto, dove lo metto non si sa”, ci auguriamo che presto venga trovata la soluzione più giusta.

Lascia un commento