De Donno : I Dirigenti si sostituiscono alla politica, questa è la tendenza a Manduria

00001_1.jpg

clicca per vedere l’intervista

Le cose stanno cambiando e la gente deve sapere quali sono i poteri che hanno i politici e quali quelli che hanno i Dirigenti, con questo concetto molto chiaro l’avvocato De Donno, assessore al patrimonio e vice sindaco del Comune di Manduria torna sull’argomento responsabilità dei Dirigenti per le cose “non fatte”.

All’inizio dell’anno, dice l’assessore ospite della mia trasmissione, si concordano gli obiettivi che gli uffici devono raggiungere. Una volta che la parte politica ha indicato la “strada” e che si sono trovate le risorse per poter raggiungere gli obiettivi, è il dirigente che deve gestire gli uffici affinchè ciò avvenga, è una sua prerogativa ed è previsto dalla legge…

Io purtroppo devo constatare che gli obiettivi posti, anche con un certo sforzo in ordine sia di tempo che mentale,  ai miei dirigenti non sono stati raggiunti.

Ovvio che dopo un’affermazione così importante, io gli ho chiesto quale sia la soluzione….De Donno non ha avuto esitazioni nel dire che non è un problema di competenze,  i dirigenti devono innanzi tutto cercare di raggiungere gli obiettivi che vengono indicati dalla politica e non sostituirsi a quest’ultima che invece, a quello che dice l’assessore, a Manduria è una tendenza.

Lascia un commento