Il Ministero dell’Interno è stato autorizzato ad avviare la procedura concorsuale pubblica per il reclutamento di 20 unità nella qualifica di vice direttore del ruolo dei direttivi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Il 20%  dei posti al personale dei ruoli tecnico-operativi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco è riservato a chi abbia prestato 3 anni di servizio nel ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori antincendi, o abbia maturato un’anzianità di servizio di almeno 7 anni se appartenente ad una qualifica inferiore a ispettore antincendi.

Il 10% dei posti al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco a chi è iscritto negli appositi elenchi da almeno 7 anni e con almeno duecento giorni di servizio.

Il 10% dei posti a coloro che abbiano svolto per almeno 12 mesi il servizio civile nelle attività istituzionali del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Il 2% dei posti agli ufficiali delle forze armate che abbiano terminato senza demerito la ferma biennale.

Per partecipare al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana; godimento dei diritti politici; età non superiore ai 35 anni; idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio da svolgere; laurea magistrale in ingegneria o architettura con abilitazione all’esercizio della professione; qualità morali e di condotta previste dalla legge.

Le prove d’esame sono costituite da una prova preselettiva, due prove scritte e da una successiva prova orale.

La prova preselettiva, da effettuarsi in base al numero delle candidature pervenuto, consiste nella risoluzione di quesiti a risposta multipla sulle materie oggetto delle prove di esame.

La prova scritta prevede lo svolgimento di un elaborato su un argomento in materia di scienza e/o tecnica delle costruzioni tra quelli specificati nel programma d’esame allegato al bando.

La seconda prova scritta prevede lo svolgimento di un elaborato su una delle tre tracce proposte dalla Commissione, su una delle seguenti materie: elettrotecnica, impianti di distribuzione e di utilizzazione ingegneria chimica, chimica industriale e impianti chimici macchine e meccanica applicata alle macchine idraulica e costruzioni idrauliche costruzioni civili e industriali fisica nucleare e impianti nucleari.

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie e gli argomenti oggetto delle prove scritte e sulle seguenti: fisica tecnica, chimica, meccanica, elementi di legislazione sociale e norme sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, elementi di diritto amministrativo, costituzionale e comunitario, conoscenza di una lingua straniera, a scelta del candidato, tra inglese, francese, tedesco e spagnolo, conoscenza e utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, ordinamento del Ministero dell’Interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, entro il 15 febbraio 2018.