Chi sarà il fortunato a trovare 20.580 euro nella scatola del Monopoli?

monopoli2 (1)Il 5 novembre 1935 la Parker Brothers pubblicò per la prima volta il “Monopoli”, il gioco da tavolo più famoso al mondo.  Compie oggi ottant’anni e secondo Hasbro, società che ne che detiene la licenza, ne sono state vendute circa 275 milioni di copie in  oltre cento Paesi in più di 37 lingue.

I giocatori competono per guadagnare denaro acquistando, affittando e vendendo terreni e immobili mediante denaro finto. I giocatori a turno muovono le pedine sul tabellone di gioco secondo il risultato del tiro di due dadi. Il gioco prende il suo nome dal concetto economico di monopolio, il dominio del mercato da parte di un singolo venditore.

MonopolyDarrowNel 1933, un meccanico disoccupato di Philadelphia di nome Charles Darrow, creò il primo set del Monopoli usando materiali che aveva in casa: costruì il tabellone del gioco con un pezzo della tela cerata che copriva un tavolo, le case e gli hotel con pezzi di legno presi da una cornice e le pedine con i ciondoli di un braccialetto di sua moglie. I nomi delle strade erano quelli di Atlantic City, la città dove passava le vacanze da bambino. Darrow decise di provare a proporre e commercializzare il suo gioco e lo mandò alla Parker Brothers che rifiutò la proposta. Darrow non si arrese e produsse il gioco da solo, mettendolo in vendita in un grande magazzino. Le prime copie furono vendute molto rapidamente e l’anno successivo, la grande casa editrice decise di acquistare il gioco, dando il via alla fama che nel corso dei decenni è rimasta invariata.

Questa, almeno, è la storia che è stata raccontata per anni. In realtà, le cose non andarono proprio così. Il gioco che Charles Darrow propose alla Parker non era affatto una sua landlordsgameinvenzione. Alle origini di Monopoly c’è infatti una donna: Elizabeth Magie Phillips detta Lizzie, la quale creò un gioco da tavolo intitolato The Landlord’s Game, ideato come uno strumento didattico per istruire la gente sui pericoli dei monopoli. Il gioco cresce in popolarità e di amico in amico, arriva fino a Charles Darrow, il quale, introduce a sua volta alcune piccole modifiche, ottiene il brevetto per la sua versione e decide di chiamare il gioco Monopoly. Darrow inizia una produzione artigianale del gioco, che poi verrà acquisito dalla Parker e immesso sul mercato in una versione del tutto simile a quella attualmente disponibile.

La Parker Brothers è oggi una sussidiaria di esclusiva proprietà della Hasbro Inc e Monopoly continua ad essere uno dei giochi da tavolo più venduti di tutti i tempi.

MONOPOLYIn occasione dell’80º anniversario dell’uscita del Monopoli, in Francia, la sua azienda produttrice, Hasbro, ha prodotto 80 scatole del Monopoli con soldi veri al posto delle banconote di gioco. Solo in una delle 80 scatole speciali, tutte le banconote sono state sostituite con soldi veri e questa conterrà in tutto 20.580 euro. Una piccola fortuna per l’unico fortunato che troverà la scatola speciale. Nelle altre scatole solo alcuni tagli sono stati sostituiti: 10 scatole conterranno cinque banconote da 20 euro, due da 50 euro e una da 100 euro, mentre le restanti 69 scatole avranno cinque banconote da 10 euro e cinque da 20 euro. Le scatole con i soldi veri sono in vendita solo in Francia, sono in distribuzione da ieri e non sono distinguibili dalle scatole normali…una corsa alla ricerca della ricca scatola!

Lascia un commento