Bari: si costituisce il sicario dell’omicidio

pistolaIl ragazzo che a Bari lo scorso 3 novembre ha ammazzato con colpi d’arma da fuoco il 21enne Cristian Midio, si è costituito ieri sera in Procura presentandosi accompagnato da un avvocato. Era latitante da sabato scorso quando sono stati fermati gli altri due presunti responsabili del delitto che, dopo l’arresto, hanno confessato l’omicidio.

I complici erano stati arrestati in seguito all’irruzione delle forze dell’ordine, nell’abitazione dove era nascosto uno dei due. Era in compagnia della moglie e armato di pistola con colpo in canna. E’ proprio la donna, in un primo momento, a raccontare i retroscena dell’omicidio, poi confermati dal marito. L’ordine di ammazzare un affiliato del clan rivale era stato dato per vendicare l’affronto subito qualche giorno prima dalla moglie che, incinta, era stata aggredita verbalmente e colpita con un calcio alla pancia dalla compagna di uno del clan rivale. Quella sera del 3 novembre, fu ordinato: “Andate e sparate a chi trovate”. Non c’era un obiettivo specifico, dunque, ma l’intenzione di eliminare a caso uno dei rivali.

 

Lascia un commento