A partire dal I ottobre scorso, tutti i dipendenti Sanitaservice, l’impresa in house dell’ASL di Taranto che fornisce servizi di supporto strumentali in ambito sanitario per tutte le strutture ASL Taranto, che avevano un contratto part-time hanno ricevuto un incremento orario e ora sono impiegati a tempo pieno. Si tratta di un risultato importante, annunciato dall’Amministratore Unico dell’azienda, Dott. Francesco Saverio Massaro, che è stato conseguito grazie alla sinergia tra sindacati, direzione aziendale di Sanitaservice ASL Ta S.r.l. e ASL Taranto, un risultato che permette all’azienda di potenziarsi così da garantire maggiormente lo svolgimento delle sue funzioni di ausilio, assistenza, pulizia, presidiamento e supporto nell’ambito del sistema ASL Taranto.

Trovi il nostro giornale da

L’operazione di occupare a tempo pieno il personale precedentemente impiegato a tempo parziale è stata possibile avendo stabilito di coprire il maggior fabbisogno orario di lavoro, derivante da cessazione di personale Sanitaservice e ASL Taranto, ma anche dall’ampliamento dei servizi dell’Azienda Sanitaria Locale, attraverso l’incremento delle ore lavorative del personale Sanitaservice già impiegato part-time.

In una prima fase è stato approvato un incremento orario a 34 ore settimanali per i dipendenti part-time. Successivamente, dovendo dare seguito alla verifica del piano di attuazione del passaggio a 36 ore del personale, le OO.SS., nel corso dell’incontro sindacale del 4 aprile 2017 chiedevano se si fossero concretizzate le condizioni per un passaggio dei lavoratori a tempo pieno, e, in seguito a ciò, dal I ottobre, 142 dipendenti Sanitaservice ASL Ta (ossia tutti quelli impiegati part-time, salvo quelli che non hanno voluto aderire) sono occupati full-time.

All’accordo hanno preso parte tutte le sigle sindacali.