Al campionato mondiale di Pizza sul podio un fragagnanese

Si è tenuto nei giorni scorsi nell’affascinante ed antichissima località di Gravina in Puglia il 5° Campionato Mondiale di Pizza al Fungo a cui hanno partecipato oltre 200 professionisti del settore, 184 uomini e 34 donne, provenienti da molte regioni italiane e anche dall’estero, in particolare Senegal, Tunisia e Albania. Il campionato, andato in scena il 20 e 21 marzo e organizzato dall’Università dell’arte bianca il collaborazione con l’associazione Pizzaioli Pugliesi e Lucani nel Mondo guidata dal maestro gravinese Fedele Guida, ha visto la partecipazione di una giuria costituita da esperti del settore, professionisti qualificati di tutto rispetto. E’ stata una occasione di gara e confronto leale, con molte categorie previste per i vari professionisti e con ben 19 tipi di premi e trofei, tra cui il Trofeo Pizza “Ci sono anch’io” dedicato ai giovani allievi pizzaioli down al fine di rafforzare l’inserimento didattico e lavorativo.

A partecipare alla competizione e salire sul podio il fragagnanese Fernando Piccione, giovanissimo pizzaiolo presso il noto ristorante “The Brazen Head”, già vincitore di altri premi riconosciuti a livello nazionale e internazionale, e che questa volta si è classificato in seconda posizione nella categoria pizza classica.

“Dopo aver ricevuto in passato diversi premi nella categoria della pizza napoletana, questa volta riesco a vincere in un settore per me nuovo ovvero quello della pizza classica” afferma il vincitore.

In tutta onestà, non pensavo assolutamente di vincere. Queste esperienze servono a confrontarti con i migliori pizzaioli italiani e del mondo e ci permettono di far conoscere ovunque la qualità dei nostri prodotti e la bontà delle preparazioni che studiamo in maniera minuziosa per far gustare ai nostri clienti una pizza di qualità, sempre più buona e digeribile. Sono davvero soddisfatto ed entusiasta – conclude Fernando Piccione – pronto per affrontare nuove sfide e consapevole che in questo settore non si smette mai di ricercare, innovare e soprattutto imparare”.

Il “voto sicuro” è stata la novità di quest’anno con la giuria live cioè il voto in tempo reale direttamente visionabile su schermo gigante dal vivo, senza alcuna sorpresa. Il campionato, riconosciuto e sostenuto da sponsor di fama internazionale, è stato anche un momento di cooperazione, studio e formazione per tutti i concorrenti.

Lascia un commento