Con l’avvio delle attività stagionali, è importante porre particolare attenzione nelle preparazioni somministrate o vendute nei pubblici esercizi e negli alimentari che effettuano il servizio di gastronomia. A tal scopo Confcommercio ha organizzato un calendario di seminari informativi in materia di allergeni, tracciabilità e buone prassi operative.

Giovedì 14 giugno, alle 16.00 presso l’Hotel Nicotel di Castellaneta Marina, si terrà un seminario informativo (gratuito) – organizzato in collaborazione con il Comune di Castellaneta e l’Ente Bilaterale per il Turismo Puglia – per gli operatori del settore della somministrazione e vendita su le varie tematiche inerenti il settore alimentare e dei pubblici esercizi.

Si ricorda che dallo scorso 9 maggio è diventato operativo il Dlgs. 231/2017 che prevede la corretta indicazione degli allergeni nelle diverse preparazioni somministrate o vendute nei pubblici esercizi e negli alimentari che effettuano il servizio di gastronomia.

Le intolleranze alimentari risultano essere vere e proprie malattie. Il Dlgs introduce un cambiamento importante che riguarda più precisamente le attività di gastronomia, macelleria con rosticceria, pescheria con friggitoria, ristorazione in generale, pasticceria, gelateria, rosticceria.

Relativamente alle sanzioni, l’articolo 23 stabilisce che l’operatore del settore alimentare che omette nella fase di somministrazione di indicare le sostanze o prodotti che possono provocare allergie o intolleranze, è soggetto alla sanzioni amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 3.000 a € 24.000.

L’incontro organizzato da Confcommercio con consulenti esperti del settore sarà inoltre l’occasione per informare gli operatori sull’avvio dell’attività di controllo da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di Taranto su sollecitazione della Regione Puglia, in relazione alla delicata problematica della SUE, la Sindrome Emolitico Uremica, collegata all’assunzione di prodotti di origine bovina.

Concludendo, si parlerà di varie problematiche a fronte delle quali l’operatore è tenuto a svolgere la propria attività con sempre maggiore responsabilità e competenza di qui la necessità di essere adeguatamente informati.